DOMENICA 9 SETTEMBRE 2018 si terrà  la decima edizione dell’Asino Day, incontro sociale aperto a tutta la cittadinanza per celebrare gli splendidi amici asini che quotidianamente lavorano con persone caratterizzate da fragilità.

Un’avventura a piccoli passi quella del Centro Natura Amica, che dal 2009 si occupa di attività di mediazione con l’asino e di onodidattica alla scoperta del territorio Casalasco. Ogni stagione ha permesso di aggiungere qualcosa di unico e appassionante, permettendo ai volontari di mirare la soglia dei dieci anni dalla fondazione con la concretizzare di un’idea originale ma che è tanto sta dando al meraviglioso contesto della Golena del Po.

La giornata di festa sociale per i volontari è ‘il giorno’, quel momento in cui dopo giornate di duro lavoro organizzativo aprono le porte di casa mostrando ai visitatori i risultati di quel rapporto di fiducia e di piccoli passi verso una maggiore autostima che gli ospiti delle case di riposo e delle cooperative disabili sono arrivati ad abbracciare.

L’Asino Day aprirà alle 10.30 con la ormai conosciuta Staffetta dell’Amicizia, un percorso di conduzione a gruppi dell’amico asino, preparato dagli utenti e dagli operatori delle cooperative sociali e delle fondazioni RSA/RSD locali, per proporre un simpatico momento di integrazione nel verde della golena del Po. La partecipazione è aperta a tutti coloro che vogliono sperimentarsi con la testardaggine dell’amico dalle orecchie lunghe!

Alle 12.30 si aprirà il Pranzo Asinaro, un sorprendente viaggio alla scoperta del tenero spiedo preparato dai talentuosi maestri del Gruppo Alpini di Castel Goffredo e delle specialità casalasche curate da Andrea e Niki de I Piaceri del Palato di Casalmaggiore. Vista la grande partecipazione alla manifestazione, quest’anno i volontari hanno deciso di assegnare una stuzzicante sorpresa al tavolo più numeroso!

Alle 14 il Prof. Carlo Stassano, affiancato da una rappresentanza del mondo sportivo locale, darà il via alla Premiazione della Staffetta, con la consegna di medaglie ad honorem a chi si è saputo distinguere in questo meraviglioso percorso motorio strutturato. Il testimone passerà poi ad Andrea Lusenti, Presidente del Centro Natura Amica Onlus, per un momento dedicato alla nutrita schiera di bambini che frequentando i Laboratori del Sabato hanno intensamente contribuito a rendere vivo il progetto di inclusione sociale e di valorizzazione territoriale che ruota attorno al Centro.

Dalle 15 in poi, finite le formalità, tutti i presenti potranno scatenarsi scegliendo tra l’intrattenimento danzante allietato da Mirella e Teresa, con ballo liscio e moderno su pista in legno, e i sorprendenti volontari del Museo Explorazione di Treviglio con le curiosità scientifiche del Lo sapevi che???  

Alle ore 16 nel parco golenale del Centro Natura Amica si terrà poi un evento di grandissima risonanza: la presentazione in anteprima nazionale dell’album ‘Il Cavaliere degli Asini Volanti’ del cantautore mantovano Luca Bonaffini. Classe 1962, noto per la sua collaborazione con Pierangelo Bertoli, la carriera di questo artista riservato nasconde prestigiose collaborazioni e premi musicali. E’ un onore per il Centro essere stati scelti per il lancio del nuovo lavoro, scritto con il compositore torinese Roberto Padovan, e permettere ai presenti di conoscere da vicino un grande musicista.

Non mancherà l’animazione per i più piccoli con gli amici madonnari del Gruppo Rodomonte Gonzaga di Rivarolo Mantovano in veste di Truccabimbi. Per i più piccoli a disposizione anche il parco giochi inclusivo attrezzato, e sempre presenti e compagni giocosi in quest’aria di festa i volontari della Pubblica Assistenza Padana Soccorso di Casalmaggiore e della Protezione Civile Volturnia di Gussola, angeli protettori di piccoli e adulti in caso di necessità.

Per permettere una migliore organizzazione i volontari chiedono gentilmente di segnalare la partecipazione entro il 4 settembre telefonando al numero 392.6666229 oppure inviando una mail a info@centronaturaamica.it . Vista la grande affluenza di visitatori degli anni passati i volontari quest’anno non assicurano l’ingresso a chi fosse senza prenotazione.

Spesso ci si avvicina all’asino per caso (anche se in fondo gli psicologi non credono alle casualità!) o per una passione che può partire da un’amore per gli animali.

Così dal caso o dalla passione, al Centro Natura Amica di Gussola accadono magie. Come quando si entra nel recinto e si viene circondati e osservati attentamente da capo a piedi da ben 12 asini di svariate misure e colori e SI STA DAVVERO BENE. Non si può dimenticare quel bombardamento di sensazioni: alcuni si riconoscono nella curiosità irriverente e sfacciata dell’enorme Cassandra, altri si sentono delusi dall’indifferenza di Lucilla, altri ancora invece si sentono gratificati dal caldo contatto fisico di Tobia.

Da subito quindi si è instaura un legame particolare con l’asino, cosa che fa riflettere ed indagare: è chiaro che non può essere solo una questione empatica. Di fatto la forza con cui si instaura questa connessione con un animale così particolare, è già sufficiente per capire che vale la pena approfondire.

L’attività di mediazione con l’asino ha origine proprio dalla consapevolezza di questa connessione empatica che si vive e che poi, per alcuni, si trasforma in una vera e propria passione per l’asino quale portatore di tanti significati simbolici.

Oggi possiamo parlare in questi termini dell’asino in seguito ad un passaggio cruciale unanimemente riconosciuto: il superamento dell’utilizzo strumentale dell’asino nel lavoro quotidiano proponendolo come interlocutore a livello affettivo, evento nodale che ha letteralmente trasformato il rapporto con questo animale, consentendo di riscoprirne le peculiarità e potenzialità dal punto di vista relazionale.

Chi si è immerso in questo mondo, non può fare a meno di scriverne e di divulgare, ognuno secondo le proprie peculiarità, la propria esperienza, le proprie emozioni ed i propri vissuti, perché quando si ha a che fare con l’asino proprio questo accade: si instaura un legame emozionale che fa stare bene le persone, e quando le persone ripristinano una connessione primordiale ed istintiva che lega da sempre l’uomo al proprio ambiente e agli altri esseri viventi, si ha la sensazione quasi fisica di respirare grandi boccate di ossigeno e di rigenerarsi.

Come scrive Eugenio Milonis, in un tempo in cui domina la velocità e l’esposizione a molteplici stimoli esterni, l’incontro con gli animali diventa un evento eccezionale, e la possibilità di riconciliazione dell’uomo con l’ambiente in cui vive, diventa un vero e proprio bisogno.

La caratteristica di fondo che fa funzionare il tutto è un insieme complesso di variabili in relazione tra loro, è non perdere di vista quel senso di benessere contagioso che scaturisce inaspettatamente dall’incontro con ciò che è diverso, come lo sono l’uomo e l’asino, e che per quanto si cerchi di enfatizzare le affinità o di umanizzare l’animale attribuendogli caratteristiche antropomorfe, l’alchimia sta proprio nel lavorare con la differenza.

a cura di Dott.ssa Laura Vernaschi (psicologa-psicoterapeuta)

Il rapporto uomo-animale è da tempo riconosciuto come risorsa relazionale a sostegno di iniziative assistenziali, terapeutiche, riabilitative; ed è in quest’ambito che nel 2009 è nato a Gussola il progetto di ‘Attività di mediazione con l’asino’, che ha portato alla costituzione di una associazione onlus, alla creazione di un sito naturalistico, didattico e di mediazione terapeutica svolto intorno ad un allevamento di asini all’uopo creato ed a corsi di formazione sia in aula che sul campo per operatori del settore sanitario e socio-assistenziale.
(altro…)

In un mondo in cui cavalli e asini non hanno vita facile e quando non servono più prendono la via del macello, c’è qualcosa di sorprendente nell’iniziativa voluta dall’Asl di Brescia in collaborazione con Cassa Padana Bcc, Associazione Noi per Voi, Fondazione iniziative zooprofilattiche e zootecniche e Comune di Gussola: un centro di pet therapy legato all’asino e ospitato in un’area immensa della golena del Po, nella bassa cremonese.
(altro…)

DOMENICA 3 SETTEMBRE 2017 si terrà  la nona edizione dell’Asino Day, incontro sociale aperto a tutta la cittadinanza per celebrare gli splendidi amici asini che quotidianamente lavorano con persone caratterizzate da fragilità.

(altro…)

Sabato 12 agosto a Gussola con il Gruppo Astrofili Deep Sky! La festa avrà inizio dalle ore 19.30 con un’interessante proposta menù, per poi proseguire con mille intrattenimenti! (altro…)

A Gussola nel pomeriggio di SABATO 24 GIUGNO un trekking aperto a tutti per salutare l’estate e riscoprire il nostro territorio! (altro…)

L’edizione 2017 del BABY ASINO DAY è in programma per DOMENICA 4 GIUGNO presso il contesto golenale di Località Valloni!

L’Associazione Centro Natura Amica Onlus come ormai di consueto dedica la prima festa della stagione ai bambini, invitando grandi e piccini nel contesto naturalistico golenale di Località Valloni per partecipare DOMENICA 4 GIUGNO all’evento del BABY ASINO DAY.

La ricca giornata a porte aperte, nata con la finalità di mantenere vivo il rispetto e l’amore per la natura, si aprirà alle ore 10.30 quando i  Madonnari dell’Associazione Rodomonte Gonzaga di Rivarolo Mantovano si metteranno all’opera, dando libero sfogo alle loro sorprendenti abilità tecniche, per aiutare bimbi e genitori nell’attività di REALIZZAZIONE DELLA STACCIONATA DELL’AMICIZIA, per proseguire il lavoro avviato lo scorso anno di recinzione protettiva per il parco giochi inclusivo del Centro.

(altro…)

Pages:  12345...»